Close

6 Settembre 2021

Rubrica “Lunedì al femminile”: IL CICLO MESTRUALE E LE SUE FASI

Eccoci giunte al ventunesimo appuntamento della rubrica “Lunedì al femminile”, che esce ogni primo lunedì del mese (in fondo trovi i link per accedere agli articoli precedenti). Il mese scorso abbiamo parlato del ciclo ovarico, ed oggi vorrei iniziare a parlare del ciclo mestruale; ne avevamo già parlato da un punto di vista energetico, ma oggi vorrei approfondire dal punto di vista fisiologico e biologico.

Innanzi tutto, vorrei sottolineare che quando parliamo di ciclo mestruale ci riferiamo al periodo di tempo che intercorre tra una mestruazione all’altra, quindi è importante abituarsi a non dire più “ho il ciclo” o “mi è venuto il ciclo”, perché siamo sempre cicliche, tutto il tempo, e quando arriva il sangue siamo in fase mestruale, quindi possiamo dire “ho le mestruazioni”, “mi è arrivato il sangue”, “sono nella fase del flusso mestruale”; o se vogliamo essere più poetiche, potremmo dire “ho la luna” o “sono con la luna” (abbiamo già parlato della relazione tra la donna e la luna), oppure “sono nel mio inverno” o “sono nella mia fase invernale”.
Possiamo essere creative, ma credo anche che sia importante superare i tabù legati alla sfera sessuale e riappropriarci del linguaggio corretto e del nostro corpo, conoscendolo in modo approfondito e onorando la sua grandezza.

Il ciclo mestruale caratterizza tutta la nostra vita fertile: inizia con il menarca, la prima mestruazione, e termina con l’entrata nella menopausa, quindi ci accompagna per una buona parte della nostra vita ed è importante essere consapevoli delle varie modificazioni che comporta in noi, non solo a livello fisico.
Generalmente si dice e si legge che il ciclo mestruale dura circa 28 giorni, ma in realtà è solo la media, quindi potremmo dire che la durata può variare dai 21 ai 36 giorni. La stessa OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) dice che una donna che ha un minimo di otto mestruazioni all’anno è una donna sana, quindi va da sé che anche un ciclo che dura più di 36 giorni è considerato regolare; ed effettivamente la medicina cinese sottolinea chiaramente che ogni donna ha il suo ritmo, ed è più importante una regolare periodicità del ciclo piuttosto che la sua lunghezza in assoluto!

Pertanto, se il nostro ciclo mestruale ha una durata costante nonostante non sia di 28 giorni, non ci dobbiamo preoccupare; se invece ogni mese la durata cambia, accorciandosi e allungandosi in modo del tutto casuale, cominciamo a parlare di irregolarità mestruale. Ma attenzione, se le mestruazioni giungono sempre puntuali e capita che un mese la durata del ciclo varia, è del tutto normale. Ci sono molti fattori che possono influire sull’equilibrio ormonale, come ad esempio lo stress, la dieta, i cambi d’orario, il dormire poco, l’esercizio fisico, il cambio climatico, ecc…
E poi teniamo presente che i primi anni delle mestruazioni, subito dopo il menarca, e gli ultimi, prima della menopausa, è del tutto fisiologica una certa irregolarità.

Nel ciclo mestruale, che in medicina cinese viene chiamato “Ciclo dell’Acqua”, possiamo distinguere quattro fasi.

FASE MESTRUALE: L’ORIGINE

È la fase del sanguinamento, che in medicina cinese si dice tiangui, “acqua del cielo” o “acqua lunare”; può durare da 3 a 7 giorni e il primo giorno di flusso coincide con il primo giorno del ciclo mestruale. In questa fase, grazie al rapido calo dei livelli ematici degli estrogeni e del progesterone, avviene lo sfaldamento dell’endometrio, la mucosa più interna della parete uterina.

Il motivo biologico della mestruazione è la preparazione del corpo ad ospitare un embrione prima che avvenga la fecondazione, ed è anche un processo di purificazione esclusivo del corpo femminile.

Per la medicina cinese in questa fase l’utero passa dalla pienezza al vuoto, lasciando andare il sangue e il rivestimento costruito durante il ciclo mestruale precedente.

FASE PROLIFERATIVA O PRE-OVULATORIA: IN VIAGGIO

Gli estrogeni aumentano molto velocemente e i follicoli cominciano a crescere sotto l’influenza dell’ormone FSH (follicolostimolante), la parete uterina comincia ad ispessirsi progressivamente così come lo strato di cellule epiteliali che riveste la vagina, in modo da creare un ambiente favorevole agli spermatozoi. Nell’ovaio viene selezionato un follicolo, chiamato dominante, che via via raggiunge la maturazione.

L’aumento degli estrogeni non è solo responsabile di rendere la nostra pelle o i nostri capelli più belli, ma ha anche un potente effetto protettivo sulla salute delle ossa, poiché gli estrogeni modulano la capacità del corpo di assorbire il calcio. È poiché in questa fase i livelli di questo ormone sono al massimo, in questo momento l’assorbimento del calcio è al massimo.

Per la medicina cinese in questa fase il Sangue e lo yin sono in Vuoto relativo; l’utero si riempie nuovamente di sangue, di Jing e di yin fino a giungere ad una pienezza di yin.

FASE OVULATORIA: A METÀ DEL VIAGGIO

Nell’utero l’endometrio raggiunge il massimo del suo spessore e nell’ovaio il follicolo maturo si rompe sotto l’influenza dell’ormone FSH per rilasciare la cellula uovo; gli estrogeni hanno un rapido picco e poi iniziano a diminuire, mentre il progesterone aumenta.

Tradizionalmente, l’ovulazione è stata associata solo alla riproduzione, ma studi recenti ne evidenziano il ruolo di indice di salute, in quanto i segni biologici che ci aiutano a riconoscere l’ovulazione ci danno anche un’idea del nostro stato di salute. Infatti, le ovulazioni irregolari (che non si verificano ogni mese con il ciclo mestruale) sono sinonimo di disturbi ormonali, problemi ginecologici e malattie autoimmuni o addirittura genetiche. L’ovulazione è strettamente legata a due ormoni, l’estradiolo e il progesterone, potenti gestori della salute e del metabolismo, perché dal loro equilibrio dipendono l’umore, l’energia, la libido, la risposta insulinica, la funzione tiroidea, la salute della pelle e dei capelli e molto altro. Inoltre, avere e mantenere livelli adeguati di questi ormoni quando siamo giovani ci proteggerà da osteoporosi, cancro e malattie cardiovascolari più avanti nella vita.
E se ci concentriamo sull’aspetto emozionale, noteremo che, in generale, questo aumento estrogenico ha l’effetto di farci sentire meglio emotivamente, perché l’aumento dei livelli di estrogeni stimola la produzione di serotonina, la molecola della felicità. Quindi in questa fase ci sentiamo più estroverse ed energiche.

Per la medicina cinese in questa fase lo yin è al massimo e questa pienezza induce una trasformazione con comparsa di yang, che si rende manifesto con un rialzo della temperatura basale e l’emissione vaginale di perdite trasparenti.

FASE SECRETIVA O POST-MESTRUALE: CHIUDENDO IL CERCHIO

Nell’utero l’epitelio endometriale rimane al massimo del suo spessore, mentre nella vagina l’epitelio si assottiglia; nell’ovaio il follicolo svuotato si trasforma in una ghiandola temporanea detta corpo luteo, che secerne alcuni ormoni, tra cui grandi quantità di progesterone, e in risposta, l’endometrio si trasforma da proliferativo a secretivo, rendendo la cavità uterina più accogliente per il possibile impianto dell’embrione. Se l’ovulo viene fecondato, attraversa le tube di Falloppio e dopo qualche giorno si impianta nella cavità uterina e si annida, proseguendo poi con la gravidanza; in caso contrario, i livelli di progesterone diminuiscono rapidamente per l’esaurimento funzionale del corpo luteo, portando via via allo sfaldamento della mucosa uterina e alla successiva mestruazione.

Il progesterone aumenta il desiderio di portare l’attenzione all’interno, perché una volta sintetizzato nell’ovaio agisce sul sistema nervoso, aumentando l’attività che si sviluppa nell’emisfero destro del cervello (la parte associata alla consapevolezza intuitiva). Durante questa fase siamo in grado di vedere, annusare, sognare e sentire cose che non percepiamo durante il resto del mese, perché il progesterone ci dà una grande sensibilità e un accesso diretto alla nostra intuizione e al nostro mondo inconscio.

Per la medicina cinese in questa fase il predominio dello yang mantiene l’utero caldo e, se non vi è stata fecondazione, gli ultimi giorni appartengono al qi, che si attiva per spingere all’esterno il sangue “vecchio” contenuto nell’utero.

“Il ciclo mestruale è una parte silenziata e resa invisibile della sessualità femminile. La nostra cultura occidentale non solo non ci dà gli strumenti per capire e imparare a conviverci, ma lo nega; semplicemente non esiste, e il ciclo è ridotto alle fastidiose e, si spera, evitabili mestruazioni. – Anna Salvia Ribera”

Credo sia fondamentale diventare consapevoli del nostro ciclo mestruale, riconoscere le varie fasi, scoprire la nostra propria ciclicità, perché in fondo ci accompagna per gran parte della nostra vita, e si tratta di un processo alchemico che ci permette di trasformarci continuamente e di entrare in connessione con la nostra saggezza interiore e con quella della natura. Diventare consapevoli di come il corpo cambia e reagisce in ogni fase del ciclo, ci permette di comprendere la ciclicità non solo dal punto di vista fisico, ma anche da quello emotivo, mentale, energetico e spirituale.

Ahava, Francesca Zangrandi

PS. Il prossimo appuntamento di questa rubrica sarà il primo lunedì di ottobre, ma se nel frattempo vuoi rimanere aggiornata sui vari articoli che pubblico sul blog puoi iscriverti alla newsletter sul sito www.quintadimensione.net, mettere “Mi piace” alla pagina Facebook Quinta Dimensione – Francesca Zangrandi, seguirmi su Instagram https://www.instagram.com/francesca_quintadimensione/, iscriverti al canale YouTube Francesca Quinta Dimensione e/o al canale Telegram https://t.me/quintadimensionefrancesca. E se invece credi che questo articolo possa interessare a qualcuno di tua conoscenza, puoi condividerlo. Grazie di cuore!

Uscite precedenti della rubrica “Lunedì al femminile”:
Ciclo ovarico ed ormoni
Ovaie, sorgenti di vita e forza creativa
La matrice della nostra identità femminile
Muco cervicale e fertilità
La cervice, punto di collegamento tra la vagina e l’utero
Il mito della verginità femminile
Imene e verginità
Vagina, la porta della vita
Anatomia del pavimento pelvico
Perineo, luogo sacro e misconosciuto
Pelvi femminile
Anatomia occulta della clitoride
Il potere apotropaico della vulva
Di vulve e diversità
Yoni, portale divino del corpo-tempio femminile
Utero-cuore, alchimia femminile
Utero, centro creativo femminile
Vivere in armonia celebrando la propria natura ciclica
Donne lunatiche
Le donne e la luna