Condividi sui tuoi social

Domani si festeggerà il Capodanno Cinese, che non ha una data fissa perché segue il calendario lunare e coincide con la seconda luna nuova dopo il solstizio invernale.
Il Capodanno Cinese, conosciuto anche come Festa di Primavera o Capodanno lunare, è la festa più importante dell’anno in Cina, tanto che il periodo di festa dura ben sedici giorni: ci si riunisce in famiglia, si fanno offerte alle divinità e agli antenati, si pulisce la casa per eliminare il vecchio e far posto alla felicità e alla fortuna che porta il nuovo anno, ecc…

L’origine del Capodanno cinese risale ad una leggenda di un tempo lontano, nel quale viveva in Cina (negli abissi marini o in montagna) il mostro Nian che, una volta all’anno, usciva dal suo nascondiglio alla caccia di umani e in particolare di bambini. La leggenda narra che il mostro aveva due punti deboli: il colore rosso ed i rumori forti.
Per questo motivo il rosso è diventato il colore del Capodanno cinese (tutto viene decorato di rosso, il colore di buon auspicio, e ovunque vengono appese lanterne rosse), e la tradizione prevede molte attività “rumorose”, come canti, balli, musica, fuochi d’artificio e petardi.

Nella tradizione cinese, ai diversi anni sono ciclicamente assegnati dodici differenti animali: la leggenda narra che questi animali (il topo, il bue, la tigre, il coniglio, il drago, il serpente, il cavallo, la capra, la scimmia, il gallo, il cane e il maiale) siano stati selezionati in quanto hanno risposto alla chiamata del Buddha.
Questi animali sono collegati alla vita quotidiana degli antichi cinesi o comunque importanti nella cultura tradizionale per il loro significato simbolico; e si susseguono in un ordine ben preciso, determinato dall’alternanza di yin e yang.

Stiamo uscendo dal segno della Tigre, terzo animale dello zodiaco cinese, associato al coraggio e alla forza, ma anche all’impulsività, all’ostinazione e alla determinazione. Ed entreremo nell’anno del Coniglio.
Secondo la teoria degli elementi, ogni segno dello zodiaco è associato ciclicamente ad uno dei cinque elementi, e quest’anno è associato all’elemento Acqua. Il segno del Coniglio è associato alla tranquillità e alla gentilezza, ma anche all’ambizione e al senso di responsabilità.

Quindi quest’anno ci verrà chiesto di smettere di procrastinare e passare all’azione, in modo da poter realizzare i nostri sogni. Ma senza competizione e aggressività, altrimenti rischieremo di diventare ansiosi e stressati, quando invece il Coniglio ci invita a rimanere tranquilli, pacifici e rilassati. Va bene essere risoluti nel voler raggiungere i nostri obiettivi, sarà proprio la determinazione ad aiutarci ad avanzare, ma è meglio evitare conflitti e discussioni, così come gli eccessivi carichi di attività e gli ambienti o le relazioni troppo stressanti a livello mentale o emotivo.

Quindi che l’anno del Coniglio sia ricco di opportunità e prosperità! Francesca Zangrandi

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Luna piena in Leone 2023

Domani sera la Luna raggiungerà la sua massima espansione nel Leone, segno che rappresenta il Re forte e coraggioso che esprime sé stesso e la