Ultimo quarto lunare in Cancro e Plutone diretto

Condividi sui tuoi social

Stasera si perfezionerà l’ultimo quarto lunare. Quando la Luna è calante, ci aiuta a fare pulizia, a lasciar andare il vecchio per far spazio al nuovo; il mese scorso l’ultimo quarto lunare è avvenuto nel segno dei Gemelli, mentre stavolta sarà nel segno del Cancro.
Le lune dell’ultimo quarto sono punti di svolta o incroci, che aprono la strada al novilunio e al nuovo ciclo lunare, e questa fase ci prepara al novilunio in Scorpione del 25 ottobre, che sarà accompagnato anche da un’eclissi solare.

Il Cancro è il primo segno d’Acqua dello zodiaco: ci toglie dall’attività mentale tipica dei Gemelli per immergerci nelle nostre emozioni più primitive, aumentare la nostra sensibilità e portarci a contattare la nostra anima, ricordandoci che la nostra casa è dove si trova il nostro cuore. Ma è anche il segno che ci parla del nostro lignaggio, dei nostri antenati e della nostra famiglia di origine, e guarda caso stiamo andando verso la stagione di Samhain, che inizierà proprio quando il velo che ci separa dal mondo di sotto si alzerà, dandoci la possibilità di contattare più facilmente con i nostri avi.

La Luna è congiunta agli asteroidi Lilith e Pallas, ed è in quadratura con il Sole in Bilancia, che a sua volta è congiungo a Venere. Il segno della Bilancia ci invita a confrontarci con la dimensione degli altri dandoci l’opportunità di lavorare sulle relazioni, e allo stesso tempo ci invita a farlo in modo armonico, creando relazioni equilibrate. Quindi in generale è come se arrivassimo ad un punto di svolta e fosse necessario fare una cernita di ciò che funziona per noi e di ciò che non funziona, non solo nelle relazioni, ma in tutte le aree della nostra vita.

In opposizione alla Luna abbiamo Plutone in Capricorno, formando così una T quadrata insieme al Sole. Plutone a fine aprile era entrato in moto retrogrado ed ora è uscito dalla retrogradazione, tornando diretto. Da qui a marzo percorrerà gli ultimi gradi del Capricorno, segnando la fine di un ciclo, per poi entrare nel segno dell’Acquario, dopo ben 248 anni, anche se poi riprenderà il moto retrogrado e rientrerà nuovamente nel segno del Capricorno.
Quindi è prematuro parlare dell’apertura del nuovo ciclo, e ritengo essere più necessario parlare della fine del ciclo Plutone in Capricorno, perché in fondo è uno dei protagonisti che marcheranno le energie dei prossimi sei mesi.

Plutone attraverserà gli ultimi gradi del Capricorno rimanendo in opposizione a Lilith. L’opposizione si perfezionerà nei prossimi mesi e con l’anno nuovo via via si creerà distanza, ma i due rimarranno in orbita fino all’ingresso di Plutone nel segno dell’Acquario.
Ma se guardiamo la carta natale di questo ultimo quarto lunare, vediamo che la Luna è in quadratura anche con Eris in Ariete, che si trova quindi in opposizione esatta al Sole e forma una quadratura a T con Plutone e la Luna.

E Plutone transiterà gli ultimi gradi del Capricorno proprio conversando con Lilith ed Eris, con le quali rimarrà in questa quadratura a T fino a marzo.
Plutone, il pianeta della trasformazione, della morte e della rinascita, sta concludendo il suo viaggio nel segno delle strutture portanti, delle norme e dei regolamenti, del potere e del controllo, dei governi e delle grandi aziende (che potremmo chiamare establishment oppure patriarcato). Lilith ci ricorda l’importanza di connettere con la nostra natura più istintiva e selvaggia, quella che abbiamo nascosto, schiacciato o negato per tanto tempo, e di esprimere e comunicare questo nostro lato; e ci parla anche della rabbia scaturita dalle nostre ferite. Ed Eris, sorella di Aries (Marte), nella mitologia era la dea della discordia e della contesa, colei che lanciò la mela che diede origine alla guerra di Troia; e in astrologia ci mostra la ferita dell’ingiustizia, la rabbia per le oppressioni e i condizionamenti di un sistema corrotto, quindi si può associare a difficoltà, litigi, lotte, rivalità, vendetta, ma anche a intraprendenza, energia, mente lucida nelle emergenze e desiderio di lavorare per raggiungere la felicità.

Plutone governa la morte e la rinascita, ma prende solo ciò che abbiamo già superato e ciò di cui non abbiamo più bisogno, quindi lo fa sempre per il nostro massimo bene. Governa lo Scorpione, segno in cui il Sole entrerà il prossimo fine settimana e nel quale avverrà il prossimo novilunio con eclissi.
Lo Scorpione non teme l’oscurità, le sue energie vanno verso il buio e il profondo, e ci porta giù per affrontare le nostre emozioni più profonde (segno d’Acqua) e poter così chiudere con tutto ciò che non è stato completamente elaborato e che in qualche modo ancora influenza la nostra vita e le nostre scelte. Ci spinge ad esplorare la nostra interiorità per prepararci a una trasformazione e a un rinnovamento, invitandoci a cambiare pelle, come i serpenti, e a rinascere; ma per rinascere è necessario prima morire.

Siamo invitati alla resa, aprendoci totalmente e permettendo che sia, anche se non sappiamo bene quali esperienze ci aspettano; confidando pienamente che dentro di noi possediamo tutte le capacità di cui abbiamo bisogno per affrontare ciò che ci aspetta. Non occorre classificare le esperienze come buone o cattive, positive o negative. Tutto avviene per il nostro massimo bene, perché possiamo avanzare sul nostro sentiero evolutivo. Abbiamo la possibilità di tagliare i rami secchi che già non portano nutrimento e ripartire, come in fondo fa il contadino, che sfoltisce i rami tagliando quelli secchi, in modo che il ciclo della pianta si rinnovi e diventi più resistente agli attacchi esterni.

Buon viaggio verso l’interno, le radici e il passato, Francesca Zangrandi

PS. Domenica prossima iniziamo la NOVENA PREPARATORIA A SAMHAIN – ONLINE, ed essendo l’inizio del nuovo giro di Ruota dell’Anno, solo in questa occasione c’è la possibilità di iscriversi al pacchetto delle otto novene, ricevendo in regalo gli otto oli creati per ogni festività della Ruota, con i quali lavoreremo nelle rispettive novene!

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post