Close

30 Ottobre 2019

Samhain

Domani, 31 ottobre, ci troveremo giusto a metà tra l’equinozio d’autunno e il solstizio d’inverno, e durante la notte si festeggerà Samhain, che segna la fine e il nuovo inizio del ciclo della Ruota dell’Anno (la ruota dell’elemento Terra).
Il nome “Samhain” deriva da una parola in irlandese antico che sembra significare “fine dell’estate”. Sul calendario di Coligny, l’unica fonte archeologica che fa riferimento al computo del tempo presso i Celti, Samonios (in gallico) è indicato come la data più importante, un vero capodanno che segna la fine del raccolto, l’inizio dell’inverno, la fine di un ciclo agricolo-pastorale e l’inizio del successivo; questo giorno si collocava in un luogo senza tempo, a cavallo tra il ciclo concluso e quello a venire.

Si tratta sia di una festività di transizione (il passaggio da un anno all’altro), sia di apertura verso l’altro mondo. La fine e l’inizio sono una cosa sola nella Ruota dell’Anno, così come la morte e la rinascita; le leggi mondane del tempo e dello spazio sono temporaneamente sospese e la barriera tra i mondi scompare, invitandoci a riaffermare la nostra credenza nell’unità di tutti gli spiriti (anime dei vivi e dei morti) e la nostra ferma decisione che la morte non è la fine della nostra esistenza.
Nella tradizione cristiana domani sarà la notte di Ognissanti, dove vengono ricordati coloro che non sono più qui; e in alcuni Paesi si celebra Halloween (All Hallow’s Eve, la Vigilia di Ognissanti).

Con Samhain inizia la stagione in cui incontriamo e celebriamo la Crona, conosciuta anche come la Vecchia Signora, la Madre della Morte e degli Antenati, la Dea Oscura, la Madre Oscura, la Regina del Mondo di Sotto. È colei che porta la morte: al suo tocco la natura rallenta ed appassisce; l’aria si raffredda, la linfa degli alberi si ritira nelle radici, le foglie cadono coprendo la terra e concimandola durante l’inverno, gli animali si preparano al letargo mangiando tutta la frutta disponibile e immagazzinando cibo e noci.
E per noi è la portatrice del cambiamento e ci permette di scoprire i poteri di trasformazione e rigenerazione del suo mondo sotterraneo: ci porta nel mondo di sotto per incontrare la nostra Ombra, per vedere tutto ciò che cerchiamo di ignorare o a cui cerchiamo di resistere; ci chiede di spogliarci di ciò che è esteriore, di lasciar andare quegli attaccamenti e aspetti di noi che non appartengono più alla nostra essenza, in modo da prepararci per un nuovo inizio e ritrovare il nostro nucleo prima di riaffacciarci di nuovo al mondo.

È tempo di lasciar morire ciò che è vecchio e prepararci ad un nuovo inizio, e la Crona trova sempre il modo di facilitare la nostra crescita, anche se a volte può sembrarci impetuosa; ma in realtà significa che l’abbiamo ignorata per troppo tempo, che abbiamo negato la sua energia. Lei ci sfida, ci porta nella sua grotta, nell’utero di Madre Terra, e ci mostra il suo volto, nel quale vediamo riflesso tutto ciò che abbiamo nascosto, ignorato o non elaborato.

Quindi Samhain rappresenta in realtà una morte simbolica, necessaria per poter rinascere: in natura è conclusa la stagione del verde e inizia la vita del seme, il suo tempo nella terra prima della sua futura vita di pianta; è l’inizio dell’attesa, il buio da cui tutto ha inizio, il silenzio da cui sorgerà la prima vibrazione, quel vuoto iniziale che deve essere, perché possa compiersi la nascita.
E per noi è tempo del riposo, dell’ascolto interiore, del ritiro, per iniziare il viaggio nelle profondità del nostro essere alla scoperta della nostra parte oscura, per conoscerla ed accettarla, per integrarla nella nostra vita. È l’inizio del tempo in cui stiamo con noi stessi per ritrovare il nostro nucleo prima di riaffacciarci di nuovo al mondo, per scoprire gli aspetti di noi stessi che necessitano di essere cambiati prima che possa iniziare una nuova vita.

Felice Samhain, Francesca Zangrandi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. - Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y experiencia de usuario. Si continúas navegando estás aceptando su uso. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi