Condividi sui tuoi social

Stasera, solo qualche minuto prima di mezzanotte, inizierà un nuovo ciclo lunare sotto il segno della Bilancia: Sole e Luna si trovano nei primi gradi del segno e sono in congiunzione con Mercurio, Venere e l’asteroide Eros, che si trovano negli ultimi gradi della Vergine.

Tra i vari insegnamenti che ci dona la Bilancia, il più profondo è la costante ricerca di equilibrio: forse è il segno che più di tutti coglie il senso di dualità che governa la nostra dimensione e ci ricorda che ogni cosa la definiamo in base al suo opposto, che la identifica e la contiene, e che proprio per questo motivo entrambi gli estremi sono importanti, anzi indispensabili, per creare equilibrio. Quindi ci invita a trovare una via di mezzo tra le polarità, insegnandoci che è proprio dal loro bilanciamento che possiamo sperimentare la centratura e l’equilibrio.
Nello Zodiaco la Bilancia è il primo segno a confrontarsi con la dimensione degli altri e con l’arrivo dell’oscurità, quindi da una parte ci dà l’opportunità di lavorare sulle relazioni uno-a-uno (non solo di coppia).

Pertanto, da una parte questo novilunio va a piantare il seme di nuove relazioni o nuovi modi di relazionarci, cambiando anche i legami esistenti, spingendoci a relazionarci in modo più consapevole, chiudendo con i vincoli basati sulla dipendenza e l’inganno, con le relazioni che non ci fanno sentire sicuri. Perché in fondo l’armonia, la bellezza, la giustizia, l’equilibrio e l’amore sono caratteristiche del segno della Bilancia.
Poi la Bilancia è segno d’Aria, quindi la parte mentale è molto sollecitata; ma non dimentichiamoci che molti pianeti sono retrogradi (Mercurio, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, Plutone e anche l’asteroide Chirone) e che siamo entrati nella stagione oscura dell’anno, quindi potremmo sperimentare un po’ di confusione e di disorientamento nel prendere decisioni.

Gli unici due pianeti diretti sono Venere e Marte, il primo si trova nella Vergine e il secondo nei Gemelli, ed entrambi i segni sono governati da Mercurio, che al momento è retrogrado nel segno della Vergine. E tra l’altro, quando il Sole è entrato nel segno della Bilancia marcando così l’equinozio e l’inizio della nuova stagione, il Sole era in stretta congiunzione a Mercurio, che si trovava al grado zero della Bilancia.
Quindi in questo momento l’energia di Mercurio si sta facendo sentire moltissimo. E sappiamo che Mercurio nel mito rappresenta Hermes, il messaggero degli Dei che metteva in comunicazione l’Olimpo con i diversi Regni, e che quindi ha a che vedere con il pensiero, la parola e la comunicazione. Tutte cose che hanno molto a che vedere con le relazioni e la ricerca dell’equilibrio in esse.

Com’è la comunicazione nelle nostre relazioni?
Riusciamo a comunicare o ci chiudiamo e rimaniamo in silenzio?
Riusciamo ad ascoltare e a comprendere ciò che ci comunica l’altro?
Riusciamo a far sì che l’altro comprenda ciò che comunichiamo o c’è bisogno di rivedere qualcosa nel nostro modo di comunicare?
Chiediamo ciò di cui abbiamo bisogno o ci aspettiamo che l’altro indovini?

Sole e Luna sono opposti a Giove in Ariete: l’Ariete è la polarità della Bilancia; mentre il motto dell’Ariete è “io sono”, quello della Bilancia è “noi siamo”, ossia, tanto l’Ariete è concentrato su sé stesso, quanto la Bilancia è tesa a soddisfare le esigenze altrui. Ma in questo bisogno della Bilancia di compiacere l’altro, di piacergli, di far sì che tutto sia armonico e tutti stiano bene, a volte si dimentica di sé e delle proprie esigenze.
Quindi Giove dall’altra parte ci ricorda che anche in una relazione è importante ricordarsi dell’“io sono”, senza mettere da parte le proprie esigenze e senza annullarsi per l’altro. Solo così possiamo creare relazioni sane.

E questo lavoro è importante iniziarlo ora, perché l’anno prossimo, quando saremo nuovamente nella stagione della Bilancia, i nodi lunari avranno già cambiato di segno: il Nodo Sud sarà nel segno della Bilancia e il Nodo Nord nel segno dell’Ariete.
Mentre il Nodo Sud rappresenta da dove veniamo, ossia la memoria karmica, ciò che conosciamo bene e ci appartiene, il Nodo Nord rappresenta dove stiamo andando, ossia la direzione che ci permetterà di evolvere grazie alle sue sfide e ai suoi insegnamenti. Quindi ci verrà chiesto di andare sempre più verso l’“io sono”, verso la nostra autenticità, senza più nasconderci nella moltitudine, ma facendo spiccare le nostre qualità e unicità.

Ma il lavoro va iniziato ora. E non a caso, per gli indiani d’America la Madre Clan di questo ciclo lunare è Tesse la Tela, la madre del principio di creazione e di distruzione, la quale ci insegna come agire nella verità, mostrandoci quando distruggere le limitazioni e cominciare a creare qualcosa di nuovo. Infatti, Tesse la Tela è la madre della creatività, la quale ci insegna a usare la nostra energia per costruire, cambiare o manifestare i nostri bisogni; a creare il nuovo dal vecchio e a distruggere ciò che limita la creatività.
Non si tratta di mettere da parte gli altri, ma di trovare un equilibrio tra le nostre esigenze e quelle dell’altro, perché in fondo la relazione più importante è sempre quella che abbiamo con noi stessi. E tutte le altre relazioni ne sono solo uno specchio.

Buona luna nuova, Francesca Zangrandi

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post