Ultimo quarto lunare in Gemelli

Condividi sui tuoi social

Stasera, poco prima di mezzanotte, si perfezionerà l’ultimo quarto lunare. Quando la Luna è calante, ci aiuta a fare pulizia, a lasciar andare il vecchio per far spazio al nuovo; il mese scorso l’ultimo quarto lunare è avvenuto nel segno del Toro, mentre stavolta sarà nel segno dei Gemelli.
Le lune dell’ultimo quarto sono punti di svolta o incroci, che aprono la strada al novilunio e al nuovo ciclo lunare, e questa fase ci prepara all’equinozio autunnale del 23 settembre e al novilunio in Bilancia del 25 settembre.

L’energia dei Gemelli ci parla di comunicazione e ci connette con il potere della parola, aiutandoci ad esprimere chi siamo e cosa vogliamo, ma ci parla anche di movimento, rapidità, curiosità, vivacità ed esuberanza; è un segno d’Aria che ci porta a stare nella mente e a vagare senza meta. Però il Sole si trova nel segno della Vergine, segno di Terra che ci aiuta a radicarci e ci invita a tornare al corpo, alla routine, al benessere, al servizio.
Sia la Vergine che i Gemelli sono governati da Mercurio, e tutti loro sono associati ad ambienti con delle regole, come la scuola e il lavoro, quindi segnano un momento di pragmatismo e impegno.

Però Mercurio è retrogrado, quindi i tempi si dilatano, è il momento di rivalutare e ridefinire le cose.
E poi la Luna forma una T quadrata con il Sole in Vergine (che è insieme a Venere e agli asteroidi Eros e Melusina) e con Nettuno in Pesci. Quest’ultimo in particolare è responsabile di molta confusione e indecisione, quindi se possibile rimandiamo le scelte importanti, o comunque cerchiamo di evitare di fare tutto all’ultimo momento e optiamo per pianificare.

Più volte ho detto che per uscire dalle energie delle quadrature a T e dal dialogo che si crea tra i pianeti coinvolti, l’ideale è dirigersi verso l’energia opposta all’apice. In questo caso l’apice è rappresentato dalla Luna in Gemelli, quindi la direzione è il segno del Sagittario, che ci parla di illuminazione e ci conduce al lato spirituale della vita, esortandoci ad essere onesti e veritieri riguardo il nostro scopo nella vita e sfidandoci ad agire di conseguenza. 
E proprio di fronte alla Luna troviamo Medusa in Sagittario, che ci mostra i nostri lati nascosti e quella rabbia selvaggia che ci hanno insegnato a temere e sopprimere. Nel mito, Medusa era una delle Gorgoni, e la sua testa anguicrinita era capace di impietrire chi la guardasse; ma Medusa inizialmente non era così, anzi, aveva molti aspiranti pretendenti, però fu violentata da Poseidone (Nettuno) nel tempio di Atena, e quest’ultima si infuriò, tanto da trasformare i capelli di Medusa in serpenti e rendere il suo volto così terrificante da pietrificare chi la guardasse.

In astrologia, Medusa rappresenta il punto della vita in cui si pagano le scelte sbagliate e in cui si può continuare a commettere lo stesso errore se non si impara la lezione. Ma allo stesso tempo ci impulsa ad attraversare la vita alla ricerca della verità. E il segno del Sagittario ci invita a cogliere il senso delle cose, comprendere il principio oltre il fenomeno, cogliere il motivo delle cose oltre il loro manifestarsi, intuire l’ordine superiore oltre la prospettiva limitata che abbiamo in questo piano di realtà.
Quindi non facciamoci scappare la possibilità di chiarire diverse cose nella nostra vita, in modo da alleggerire, lasciar andare ciò che non è più necessario o che non sentiamo più vibrare alla nostra frequenza, in modo da creare spazio per ciò che davvero sentiamo essere la nostra verità. Francesca Zangrandi

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Primo quarto lunare in Capricorno

La Luna sta transitando nel segno del Sagittario, ma domani notte si perfezionerà il primo quarto lunare nel segno del Capricorno.Da una parte la Luna