Primo quarto lunare in Scorpione 2023 e Sole in Leone

Condividi sui tuoi social

Poco dopo la mezzanotte (ora italiana), si perfezionerà il primo quarto lunare, che si verifica quando la Luna forma una quadratura con il Sole. Da una parte la Luna in Scorpione, segno d’Acqua, e dall’altra il Sole in Leone, segno di Fuoco: da una parte il bisogno di guardare il nostro lato ombra, affrontando le nostre emozioni più profonde e poter così chiudere con tutto ciò che non è stato completamente elaborato e che in qualche modo ancora influenza la nostra vita e le nostre scelte; e dall’altra la spinta di far brillare la nostra luce, mostrando al mondo intero le nostre capacità e la nostra forza di volontà.

La Luna è in congiunzione con il Nodo Sud in Bilancia, opposta al Nodo Nord in Ariete, in quadratura con Sole ed Hekate in Leone, e con Plutone in Capricorno.
Plutone è anche il governatore di questo primo quarto lunare: era in dialogo con i luminari nel novilunio scorso, e lo è anche in questo primo quarto lunare; in qualche modo ci sta dicendo che questo viaggio del Nodo Nord in Ariete probabilmente non sarà facile o privo di rischi, ma in fondo lo scopo dell’Ariete è aiutarci a sviluppare il coraggio e a forgiare il nostro cammino. Plutone ci ricorda che non possiamo sfuggire alla verità, quindi è meglio prepararsi ad andare in giro nudi, senza maschere, senza preoccuparsi se questo comporterà lasciar morire qualcosa nella nostra vita. Ed essendo in quadratura col Nodo Sud in Bilancia, ci invita a smettere di voler per forza piacere alle persone, sostituendo questo modello col coraggio di parlare liberamente senza bisogno di alcun risultato (Nodo Nord in Ariete).

E il Sole è in stretta congiunzione con l’asteroide Hekate, che rappresenta la dea Ecate, la quale è talmente immensa che è difficile dire in poche parole chi è, e infatti le sono stati dati molti appellativi diversi, come ad esempio trivia, che viene da “trivius”, il cui significato è “venerato nei trivi, nei crocicchi”. Difatti, Ecate custodisce e presiede i crocevia, luoghi di concentrazione delle energie, dove siamo invitati a delle scelte; non a caso, in alcune rappresentazioni Ecate ha tre teste, ognuna che guarda in una diversa direzione, ed è la dea delle scelte e della libertà di scelta. Come asteroide, Hekate ci parla di libertà (di pensiero, di parola, sessuale, ecc…), di emancipazione, di predisposizione alla divinazione e alla chiaroveggenza, e ci ricorda di non ignorare le nostre risposte istintive ed emotive; Hekate è il confine tra ciò che era, ciò che è e ciò che deve ancora venire, e insegnandoci che la vera saggezza si trova all’interno, ci riconduce alla nostra luce.

Cos’è l’equilibrio per noi?
Cosa dobbiamo sacrificare per raggiungerlo?
Sono domande importanti da porci in questo momento, perché abbiamo bisogno gli uni degli altri, ma per stabilire un sano senso di dipendenza, dobbiamo prima sapere quali sono i nostri desideri profondi, quali sono i nostri confini, quali sono i nostri “sì” e i nostri “no”.

Sole in Leone

Il Sole ha già fatto il suo ingresso nel segno che governa, il Leone. La simbologia legata al Leone è la raccolta dei frutti maturi, la pienezza dello splendore vitale, la vita e la luce nella sua manifestazione più potente: è il momento in cui ci si gode il raccolto, il successo conseguito, la pienezza e l’abbondanza. Il Leone sente in sé il dovere di procreare, ma ne approfitta per renderlo un gioco, un piacere, come del resto fa con ogni sua passione, che tramuta in puro e semplice divertimento. Il Leone porta sulla Terra il potere dell’amore, quindi tutte le nostre attività dovrebbero essere motivate da questo potere: ogni pensiero dovrebbe essere radiante d’amore, ogni parola vibrante d’amore, ogni azione abbellita dall’amore.
L’insegnamento del Leone ci parla di identità e unicità: vuole che ci sentiamo legittimati ad essere noi stessi, che ci esprimiamo liberamente e che condividiamo noi stessi con il mondo. Non a caso rappresenta il Re forte e coraggioso che esprime sé stesso e la propria unicità.

Quali oli essenziali possono aiutarci in questa stagione? Per esempio, la Cassia che aiuta a vedere il proprio valore e il proprio potenziale, accompagnando nella scoperta dei propri doni e talenti innati e invitando a lasciare che la propria luce brilli. Oppure la Rosa di Sharon (Cistus ladaniferus) che aiuta ad aprire il cuore e a connettere con la creatività e il potere creativo. O ancora la sinergia R.C. che espande il petto aiutando a liberare le paure e a sbloccare le corazze emozionali. (Se hai bisogno di consulenza sugli oli essenziali più adatti per te o se vorresti comprarli ma non sai da dove partire per scegliere quelli di ottima qualità, puoi contattarmi!)

Ahava, Francesca Zangrandi

PS. Venere ha iniziato il suo moto retrogrado, preparandosi a morire come stella della sera per rinascere come stella del mattino. Il ciclo sinodico di Venere, in sincronia con il mito di Inanna e della sua discesa agli inferi, è la cornice in cui un mito astronomico vecchio di 5000 anni si intreccia con il tempo reale del movimento planetario. In questa cornice archetipica abbiamo l’opportunità di approfondire chi siamo, come ci sentiamo, come sperimentiamo noi stessi e come vogliamo sentirci e sperimentarci. Se vuoi partecipare al percorso LA ROSA DI VENERE, UN VIAGGIO INIZIATICO, questi sono gli ultimi giorni per poter iscriverti usufruendo dello sconto!

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Primo quarto lunare in Cancro 2024

Domani sera si perfezionerà il primo quarto lunare: la Luna è illuminata a metà e forma una quadratura con il Sole; siamo esattamente a metà

notizie

Luna nuova in Ariete 2024

Domani sera si perfezionerà il novilunio nell’Ariete, il primo segno dello zodiaco, quello che dà il via alle cose: è Ariete il germoglio che spunta,