Close

29 Novembre 2020

Luna piena in Gemelli ed eclissi lunare

Domani la luna sarà piena nel segno dei Gemelli, segno d’Aria legato alla comunicazione che ci connette con il potere della parola, aiutandoci ad esprimere chi siamo e cosa vogliamo. Sappiamo che ogni luna piena è il culmine di qualcosa che abbiamo piantato sei mesi prima, quando la luna era nuova nello stesso segno zodiacale.
Quindi a maggio scorso, esattamente il giorno 22, la luna era nuova nel segno dei Gemelli, e, consapevoli o no, eravamo impegnanti con il seminare i nostri propositi per i successivi sei mesi. E molto probabilmente i nostri propositi erano relazionati al sanare la nostra parola per utilizzarla amorevolmente al momento di esprimere e verbalizzare i nostri bisogni; e al rivalutare e ristrutturare vecchi modi di pensare.

Probabilmente durante la luna nuova di maggio scorso stavamo facendo chiarezza sulla nostra idea di nuova realtà, cercando di capire come poter dar parola ai nostri sogni.
E cos’è successo in questi sei mesi? Cosa abbiamo fatto? A che punto siamo ora? Perché questo è il momento di comunicare, di dire la propria verità, senza preoccuparsi dei pregiudizi che possono avere gli altri.

Nel segno dei Gemelli non si trova solo la Luna, ma anche il Nodo Nord: il Nodo Nord rappresenta dove stiamo andando, ossia la direzione che ci permetterà di evolvere grazie alle sue sfide e ai suoi insegnamenti; è entrato nel segno dei Gemelli a inizio maggio e vi rimarrà ancora per più di un anno.
Se il Nodo Nord si trova in Gemelli, il Nodo Sud si trova nel segno del Sagittario (in questo momento insieme al Sole), e l’asse Sagittario-Gemelli ci dà la possibilità di lasciar andare quelle credenze che pensavamo verità assolute e che in qualche modo ci stanno limitando, per aprirci a nuove prospettive e nuovi punti di vista; inoltre, ci allontana dalla verità dettata dai guru o da tutti coloro che abbiamo idealizzato, per avvicinarci sempre più al nostro maestro interiore e alla nostra propria verità.

L’etimologia della parola “gemelli” viene dal latino “geminus”, che si riferisce alla coppia di fratelli gemelli, ma possiamo distinguere anche la radice greca “gamos”, che si riferisce a hieros gamos, ossia il matrimonio sacro tra maschile e femminile, ricordandoci quindi che solo l’unione di queste due parti all’interno di noi ci porterà ad essere integri.
E integrità è proprio ciò che ci chiede questa luna piena: ci spinge ad integrare ciò che abbiamo imparato, ad essere coerenti e integri con quelle che sono le nostre credenze, ma rimanendo comunque aperti ad altre opinioni e a modi diversi di fare le cose. Dopotutto, il segno dei Gemelli è mutevole e trasformativo, e ci chiede di lasciare la rigidità ed essere più flessibili, soprattutto a livello mentale (ricordiamoci che il pianeta che governa i Gemelli è Mercurio, colui che ha a che vedere con tutto ciò che è legato al mentale e alla comunicazione).

Ma non è tutto: questo plenilunio sarà accompagnato da un’eclissi lunare penombrale, la prima della stagione. Il tempo delle eclissi è uno spazio di grandi movimenti e profondo potere, dove si creano cambiamenti visibili, dove si manifesta ciò che richiede cambiamenti, spostamenti e azioni concrete. In un certo senso è come se ci trovassimo abbandonati a noi stessi, senza luce esterna, e dovessimo quindi affidarci alla nostra luce, alle nostre risorse interne per poter avanzare; per questo motivo le eclissi ci permettono di fare un salto evolutivo.
Quindi cosa potremmo aspettarci? Che la vita in qualche modo ci dia una bella spinta e che le cose accadano più velocemente, trovandoci così a non avere altra scelta che accettare di costruire nuove realtà in modo molto rapido.

E poi ricordiamoci che i Gemelli parlano di dualità, ma non necessariamente nel senso di doppia personalità. Potrebbero indicarci che siamo ad un bivio e che è giunto il momento di prendere una decisione. O ancora, potrebbero parlarci di un piano B, ricordandoci che c’è sempre un’altra possibilità.
Quindi facciamo dei bei respiri profondi (il segno dei Gemelli governa l’apparato respiratorio) e attraverso il respiro consapevole cerchiamo di integrare e corporizzare tutta la flessibilità che ci serve per affrontare al meglio i grandi cambiamenti che ci aspettano.

Buona luna piena, Francesca Zangrandi