Ultimo quarto lunare in Sagittario e Sole in Pesci

Condividi sui tuoi social

Mercoledì sera, quasi al finir del giorno, si perfezionerà l’ultimo quarto lunare. Quando la Luna è calante, ci aiuta a fare pulizia, a lasciar andare il vecchio per far spazio al nuovo; il mese scorso l’ultimo quarto lunare è avvenuto nel segno dello Scorpione, mentre stavolta sarà nel segno del Sagittario, e caratteristica comune dei due segni è quella di “andare oltre”.
Lo Scorpione ci ha insegnato ad andare più in profondità per trovare la vita sotto la morte apparente, a scavare sotto la superficie delle cose per trasformare o lasciar andare ciò che già non vibrava con noi e portare a galla le verità che si nascondevano oltre le apparenze. Ed ora il Sagittario ci invita a cogliere il senso delle cose, comprendere il principio oltre il fenomeno, cogliere il motivo delle cose oltre il loro manifestarsi, intuire l’ordine superiore oltre la prospettiva limitata che abbiamo in questo piano di realtà.

Il Sagittario spalanca gli orizzonti e ci consente di superare i limiti del nostro habitat verso nuovi luoghi, ha la visione larga delle cose, e non si limita al particolare, non si impiglia nel dettaglio. Mentre lo Scorpione è un segno fisso e tende quindi ad arroccarsi sulle sue posizioni, il Sagittario è un segno mobile, portato per natura al movimento e al cambiamento, famelico di esperienze e di nuovi orizzonti da conquistare.
Quindi da una parte abbiamo la Luna che ci invita ad essere fiduciosi, positivi, aperti al cambiamento, e che ci dona la visione di orizzonti lontani da conquistare e un gran bisogno di libertà; e dall’altra abbiamo il Sole in Pesci, altro segno mobile che ci immerge nell’inconscio e ci mette in connessione con la nostra anima, con il nostro mondo interiore.

Due energie che sembrano contrastanti: da una parte il Fuoco (Sagittario) che ci impulsa a lanciarci verso l’esterno, verso il nuovo, e dall’altra l’Acqua (Pesci) che ci invita a connettere con l’interno. Ma in fondo con l’ingresso del Sole nel segno dei Pesci inizia proprio un periodo di transizione e trasformazione: da una parte i Pesci sono l’ultimo segno dello zodiaco, quindi chiude un ciclo e allo stesso tempo si prepara per qualcosa di nuovo; e dall’altra si trova nel varco tra l’inverno e la primavera, tra gli ultimi aliti gelidi e i primi raggi caldi del sole, quindi possiamo percepire un’energia instabile che oscilla tra la necessità di rimanere nel nostro guscio e l’impulso ad aprirci verso il mondo esterno.
Al momento nel segno dei Pesci si trovano il Sole, Giove, Nettuno e l’asteroide Eros; e Giove e Nettuno sono i due pianeti che governano i Pesci e che ad aprile si congiungeranno proprio in questo segno (evento rarissimo, che non accadeva dal 1856). Ma il prossimo novilunio sarà nel segno dei Pesci, quindi Sole e Luna saranno congiunti in questo segno, e col primo quarto lunare anche Mercurio entrerà in questo segno, quindi l’energia dei Pesci via via la percepiremo sempre più.

E questo segno ci parla di liminalità, di spazio indefinito; rappresenta sia l’inizio che la fine, la realtà e la visione, spirito e materia. Ci spinge ad aprirci all’immaginazione, ai sogni, all’intuizione, alla divinità, all’infinito, alle emozioni; abbiamo imparato tutte le sfumature dell’individualità, percorso tutte le fasi dell’esperienza, ed ora siamo pronti a tornare alla nostra dimensione più spirituale, passando dal “sono” al “siamo”, dissolvendoci nell’intero universo, dove tutto è uno.
Ma proprio perché Nettuno è l’indefinito e Giove espande all’infinito, il segno dei Pesci non conosce limiti e rischia di perdersi nel tutto, nel caos primordiale della creatività senza riuscire a canalizzarla e concretizzarla.

Per questo ci possono aiutare oli essenziali che radicano, come ad esempio Frankincense, Copaiba, Cipresso, Cedarwood, Vetiver… o la miscela Grounding. E visto che i Pesci sono correlati con i piedi, possiamo applicare alcune gocce di olio essenziale diluito in olio vegetale sulla pianta dei piedi.
Se invece siamo troppo ancorati e l’energia dei Pesci ci viene bene per espandere il cuore e aprirci al divino, potremmo utilizzare oli essenziali come la Melissa o la miscela One Heart, applicandoli nel chakra del cuore, sui polsi e sui palmi delle mani. (Se hai bisogno di consulenza sugli oli essenziali più adatti per te o se vorresti comprarli ma non sai da dove partire per scegliere quelli di ottima qualità, puoi contattarmi!)

Quindi, per concludere, che la Luna in Sagittario ci aiuti a fare il punto della situazione e a lanciare nel cielo la freccia con i nostri intenti, così la primavera ormai prossima avremo la possibilità di metterli in azione. E affidiamoci alla gran fede dei Pesci per aver fiducia nel fatto che l’universo ci aiuterà a realizzare i nostri sogni. Francesca

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Luna piena in Acquario 2022

Stanotte si perfezionerà il plenilunio nel segno dell’Acquario, ma probabilmente la sua influenza l’hai cominciata a sentire già da qualche giorno, perché è una luna

notizie

Primo quarto lunare in Scorpione

Domani si perfezionerà il primo quarto lunare, che si verifica quando la Luna forma una quadratura con il Sole. Da una parte la Luna in