Solstizio d’estate e Sole in Cancro

Condividi sui tuoi social

Oggi si celebra il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno, il momento in cui il sole è al massimo della sua potenza e la natura è scintillante; il solstizio segna l’inizio dell’estate, la stagione più calda, ma anche la stagione dell’apertura e dell’espansione: infatti, nel passaggio dalla primavera all’estate, percepiamo che le energie ci portano all’esterno, fuori di noi, quindi sentiamo l’impulso di aprirci a tutto ciò che vive nel mondo esterno.
Tra i popoli nordici il solstizio d’estate è chiamato Litha, in nome della dea sassone del grano, affine a Demetra e a Cerere. Tra i druidi, invece, il solstizio d’estate è chiamato Alban Heruin, che significa “luce della riva”, ricordandoci che è come se ci fosse una linea di confine tra la espansione e la contrazione della luce: infatti, dopo questo trionfo, il sole comincerà inesorabilmente a declinare e le giornate via via si accorceranno.

Questo è il periodo dell’anno in cui il grano arriva a maturazione: la Dea, che a Beltane si è unita al Dio, ora è incinta e si prepara a donarci i suoi frutti con il raccolto. Litha è la celebrazione della fioritura, quindi celebriamo anche tutto ciò che è fiorito dentro di noi e nella nostra vita: a Beltane maschile e femminile dentro di noi si sono uniti ed ora siamo gravidi di tutto ciò che abbiamo seminato, ossia ciò che era solo un desiderio o un sogno ha preso una forma e ci prepariamo a manifestarlo nel concreto.

Nella Ruota dell’Anno è la festa della Madre dell’Acqua, la regina di tutte le emozioni, la quale ci invita ad immergerci nel profondo, nella verità, e ad abbandonarci al flusso della vita. Ed entrare nelle profondità significa avere il coraggio di entrare negli abissi per andare ad incontrare anche ciò che non abbiamo mai voluto vedere ed affrontare.
Dopotutto stiamo per entrare nel segno del Cancro, che ha a che fare con l’anima, intesa come rivelatrice della verità: infatti, il segno del Cancro ci invita a ricercare la consapevolezza all’interno, a vivere pienamente le nostre emozioni, a rompere la corazza, a vedere, amare e accettare tutto ciò che la vita ci offre; ci invita a rompere il guscio ed uscire allo scoperto.

Il Cancro è un segno cardinale, quindi l’entrata del Sole in questo segno dà il via a una nuova stagione (nell’emisfero Nord all’estate e nell’emisfero Sud all’inverno).
Il Cancro è il primo segno d’Acqua dello zodiaco, che ci toglie dall’attività mentale tipica dei Gemelli per immergerci nelle nostre emozioni più primitive, aumentare la nostra sensibilità e portarci a contattare la nostra anima, ricordandoci quindi che la nostra casa è dove si trova il nostro cuore. Il polline sparso dai Gemelli cede il passo alla trasformazione del fiore in frutto, e i frutti per crescere hanno bisogno di protezione e nutrimento, caratteristiche della Madre. E infatti il Cancro mantiene per la Terra il modello cosmico di esaltazione del divino principio femminile in tutta la creazione.

Quali oli essenziali possono aiutarci in questa stagione? Per esempio, visto che il Cancro è governato dalla Luna e dai suoi movimenti continui, e che quindi potrebbe portarci sperimentare molte evoluzioni emozionali, l’olio essenziale Cedarwood potrebbe aiutarci a ritrovare il radicamento, a calmarci e centrarci; e allo stesso tempo, a livello emotivo aiuta ad aprire il cuore e a sentirsi parte di una comunità (caratteristica tipica del Cancro, che ha bisogno di una “famiglia” da amare e accudire e da cui farsi sostenere). Se invece fatichiamo ad entrare in contatto con le nostre emozioni, potrebbero aiutarci oli essenziali più floreali, come ad esempio la Rosa, il Gelsomino, l’Ylang Ylang, il Geranio… (Se hai bisogno di consulenza sugli oli essenziali più adatti per te o se vorresti comprarli ma non sai da dove partire per scegliere quelli di ottima qualità, puoi contattarmi!)

Quindi apriamo il cuore, affidiamoci completamente alla vita, fluiamo con essa, con i suoi alti e bassi, consapevoli che facciamo parte di un progetto più grande di noi e che non solo siamo energia, ma soprattutto puro amore!
Buon solstizio, Francesca Zangrandi

PS. Domani sera alle ore 21.00 celebreremo insieme via zoom sia il solstizio che la pienezza della luna. Se ti va di celebrare insieme a noi, ti aspetto nella CERIMONIA DI LUNA PIENA E SOLSTIZIO ESTIVO!

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Primo quarto lunare in Bilancia 2024

Stanotte si perfezionerà il primo quarto lunare, che si verifica quando la Luna forma una quadratura con il Sole. Da una parte la Luna in Bilancia, segno d’Aria, e dall’altra

eventi

CERIMONIA MARIA MADDALENA – in presenza

Lunedì 22 luglio dalle ore 20.30 alle ore 22.30 Luglio per me è speciale.È il mese che mi accolto in questa vita.Ma è anche il mese in cui si celebra