Luna nuova in Toro ed eclissi solare parziale

Condividi sui tuoi social

Stasera inizierà un nuovo ciclo lunare sotto il segno del Toro, e il novilunio sarà accompagnato da un’eclissi solare: la Luna si troverà tra la Terra e il Sole, e dalla nostra visione geocentrica, la Luna oscurerà parzialmente il Sole (in Europa non sarà visibile).

I noviluni marcano nuovi inizi, e anche le eclissi solari, quindi questa eclisse va ad amplificare questa energia. Inoltre, in periodo di eclissi l’energia accelera, quindi potremmo sentirci destabilizzati, in confusione, in piena crisi sotto molto aspetti.

Ma cosa significa essere in crisi? Se guardiamo l’etimologia della parola “crisi”, vediamo che deriva dal greco “krisis” che significa “scelta, decisione” e dal verbo “krino” che significa “separare, distinguere, cernere”, quindi in realtà si tratta di un momento in cui dobbiamo fare delle scelte e decidere se passare da un vecchio schema ad uno nuovo, tenendo ovviamente conto che in questa transizione probabilmente crolleranno delle certezze e, fintanto che non se ne costruiscono di nuove, ci si può sentire senza fondamenta.

Se guardiamo l’ideogramma cinese di “crisi”, vediamo che è composto da due sillabe scritte ognuna con un carattere diverso: wēi (危), che significa “pericolo”, e (機/机), che significa “momento cruciale”, ricordandoci appunto che si tratta di un momento difficile, che richiede una scelta risolutiva.

Inoltre, in questo momento il segno che ospita il maggior numero di pianeti è quello dei Pesci: qui si trovano Marte, Venere, Nettuno e Giove (questi ultimi tre congiunti), e anche l’asteroide Juno. Il segno dei Pesci è sì l’ultimo dello zodiaco, quello che chiude un ciclo e mette le basi per qualcosa di nuovo, ma è anche un’energia indefinita, che non conosce limiti; è il caos primordiale da cui tutto ha inizio, e Venere, che governa questo novilunio, è in congiunzione con Nettuno, il dio dei mari che rappresenta i sogni, le illusioni, i voli di fantasia, e Giove, che amplifica tutto ed espande all’infinito.

Poi il secondo segno più affollato è il Toro, dove si trovano il Sole, la Luna e Urano, più il Nodo Nord e gli asteroidi Pallas, Eros ed Hekate. Il Toro è il primo segno che ci connette con la forma e ci riporta a contattare il corpo, i sensi, il piacere, il godersi la vita, a contattare Madre Terra, la materia, l’abbondanza, la prosperità, la manifestazione, il valore che diamo alle cose ma soprattutto a noi stessi.

Quindi questo novilunio ci porta a lavorare sull’idea di merito (che etimologicamente deriva dal latino “meritus” e significa essere degni di lode o di premio) e di valore: Urano in Toro ci chiede di superare i nostri limiti personali, di diventare ciò che abbiamo scoperto di essere, di arrenderci a ciò che siamo, accettandoci senza più scuse; ci chiede di mettere in atto ciò che siamo venuti a fare, di condividere con il mondo i nostri doni e talenti, anche aprendoci all’opportunità di raggiungere e provare qualcosa di completamente nuovo, di camminare su strade mai percorse prima, osando ed uscendo dalla nostra zona di comfort. Ed è in congiunzione, quindi sulla stessa lunghezza d’onda, con la nostra essenza (Sole), le nostre emozioni e il nostro inconscio (Luna), e i nostri desideri (Eros).

E per gli Indiani d’America la Madre Clan di questo ciclo lunare è Donna che Ascolta: questa Madre Clan ci insegna ad entrare nel silenzio e ad ascoltare i messaggi costanti della natura, i nostri cuori, il punto di vista degli altri, il mondo dello spirito. Nella tradizione seneca, entrare nel silenzio è detto “Tiyoweh” (si pronuncia “tai-yo-wei”) e significa stare in ascolto e ascoltare la verità, anche quella che riguarda noi stessi e che spesso non vogliamo ascoltare perché temiamo che faccia male; ma disporci ad ascoltare la verità su noi stessi è un grande talento e può guarire le nostre ferite.

In fin dei conti, “cambiamento” significa prendere una direzione differente, trasformarsi. E questa eclissi avviene vicino al Nodo Nord: l’asse dei nodi lunari è collegata all’anima ed alla sua evoluzione, e mentre il Nodo Sud rappresenta da dove veniamo, ossia la memoria karmica, ciò che conosciamo bene e ci appartiene, il Nodo Nord rappresenta dove stiamo andando, ossia la direzione che ci permetterà di evolvere grazie alle sue sfide e ai suoi insegnamenti.

Quindi avanti tutta verso la nostra versione più autentica e in sintonia con chi siamo oggi! Buona luna nuova, Francesca Zangrandi

 

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Luna piena in Gemelli 2022

Domani mattina, circa due ore e mezza prima del sorgere del Sole, si perfezionerà l’ultimo plenilunio dell’anno, nel segno dei Gemelli.I Gemelli sono il primo