Condividi sui tuoi social

Siamo ormai alle porte dell’equinozio di primavera (nell’emisfero Nord, mentre in quello Sud ci sarà l’equinozio d’autunno), che marcherà l’inizio una nuova stagione e di un nuovo anno astrologico, e domani mattina la Luna raggiungerà la sua massima espansione nella Vergine, segno di Terra che rappresenta l’archetipo della Sacerdotessa, della Donna Medicina. Infatti, il termine “vergine” non ha nulla a che vedere con la connotazione moderna di “casta, innocente”, ma indica la donna che mantiene salda l’individualità e l’indipendenza, senza lasciarsi influenzare dagli altri, che è completa in sé stessa ed è in contatto con la Madre Terra: sa quanto può aiutarci con i suoi rimedi, ma allo stesso tempo desidera agire per sanare la Terra.

Il segno della Vergine governa l’addome e l’intestino. Le medicine tradizionali hanno sempre considerato l’intestino fondamentale per la nostra salute, e per la Medicina Tradizionale Cinese l’intestino separa il puro dall’impuro; in effetti, la Vergine seziona, analizza, separa, esamina, classifica per conservare solo ciò che è veramente importante.

Come ad ogni plenilunio, il Sole si trova in opposizione alla Luna e abbiamo la possibilità di lavorare le polarità. Ora si trova nel segno dei Pesci, e non è da solo; infatti, con lui nei Pesci troviamo anche Nettuno, Giove e Mercurio.

E il segno dei Pesci è un segno liminale, chiude un ciclo e allo stesso tempo mette le basi per il nuovo che si aprirà; è il segno del “non ancora”: la natura si sta risvegliando, ma si trova nel passaggio che precede la nascita, nel momento in cui il seme sepolto sottoterra completa la sua trasformazione, quindi possiamo dire che è legato alla metamorfosi.

Il segno dei Pesci rappresenta l’infinito, è imprevedibile, sfuggente ed estatico, è spirituale, intuitivo, sognatore, mentre il segno della Vergine rappresenta i dettagli, è scrupoloso, analitico e focalizzato, concreto ed intellettuale, quindi apparentemente potrebbe sembrare che i Pesci rappresentino il caos e la Vergine l’ordine, ma credo sia troppo riduzionistico. In fondo, il segno dei Pesci nasconde un ordine trascendente, superiore: trascende i confini per dissolversi nel tutto, quindi in questa espansione e fusione trova un ordine superiore, che ovviamente è difficile da comprendere con l’analisi sistemica della mente, tipica della Vergine. Per comprendere questo ordine bisogna utilizzare le qualità dei Pesci: la fede, le emozioni, la resa totale senza paura di perdere i propri confini.

Pertanto, potremmo dire che Vergine e Pesci sono un’espressione diversa della stessa energia, perché, anche se è risaputo che la Vergine ama l’ordine, i dettagli, il perfezionismo, in fondo lo fa per controllare il caos. Ha bisogno di azioni concrete, quotidiane e ripetitive per creare dei confini, delle certezze, e non perdersi nel mare infinito delle variabili che non può controllare; quindi, crea dei piccoli rituali magici che la aiutano a ritrovare l’ordine.

Ma non solo Sole e Luna sono opposti, formano anche una T quadrata con Lilith in Gemelli e Medusa in Sagittario. Da una parte lo stellium in Pesci ci ricorda che siamo nel momento delle infinite possibilità; Lilith ci ricorda l’importanza di connettere con la nostra natura più istintiva e selvaggia, quella che abbiamo nascosto, schiacciato o negato per tanto tempo, e di esprimere e comunicare questo nostro lato. Ma ci parla anche della rabbia scaturita dalle nostre ferite, e anche Medusa ci mostra i nostri lati nascosti e quella rabbia selvaggia che ci hanno insegnato a temere e sopprimere.

Ma se andiamo in direzione della Luna in Vergine, esprimendo in modo organizzato il nostro sentire, trovando un modo ordinato per canalizzare le energie del caos creativo e lasciando esprimere la nostra verità senza paura, senza farci influenzare dagli altri ma rispondendo solamente alla chiamata della nostra anima, e se torniamo al corpo, nostro e di Madre Terra, prendendoci cura di lui, potremo aprirci a qualcosa di veramente nuovo.

In fondo, la Luna e il Sole si trovano negli ultimi gradi dei rispettivi segni, quindi ci parlano di processi che si stanno chiudendo; precisamente si trovano al grado 27, che potremmo considerare un nove (2+7=9), numero di chiusure e nuovi inizi.

Inoltre, in questo momento c’è anche un grande stellium nel segno dell’Acquario, dove si trovano Vesta, Marte, Venere, Juno e Saturno. L’Acquario ci parla di innovazione, di libertà, di scardinare il vecchio e rendere il mondo un posto migliore. Uno dei pianeti che lo governano è Urano, rivoluzionario, anticonformista e indipendente.

Come scrisse Antoine de Saint-Exupéry,

“Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.”

Felice luna piena, Francesca Zangrandi

Isciviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti

Altri post

notizie

Primo quarto lunare in Pesci

Oggi pomeriggio si perfezionerà il primo quarto lunare nel segno dei Pesci, l’ultimo dello zodiaco.Da una parte la Luna in Pesci e dall’altra il Sole