Category: eventi

16 Jul
9 Jul

Novena preparatoria a Lammas – ONLINE

Dal 24 luglio all’ 1 agosto, tutti i giorni alle ore 7.30 ora italiana

Lammas è la festa della Grande Madre, colei che dà la vita, nutre e sostiene, colei che ci dà tutto ciò che abbiamo, che vede e conosce tutto ciò che siamo e facciamo, che non giudica e perdona. È il momento dell’anno in cui si celebra l’abbondanza, la pienezza, il fruttificare di tutto ciò che è in potenza.

Quindi durante questa novena ci prepareremo a celebrare la nostra abbondanza e la nostra fertilità e il nostro potere creativo, intendendo pertanto non solo la nostra capacità di creare una nuova vita, ma di creare qualsiasi cosa.

Perché proprio 9 giorni? Perché il numero nove rappresenta il compimento di un ciclo, contiene in sé il duplice concetto di inizio e fine, morte e rinascita; in senso elevato, è il numero dell’iniziazione, perché segna la fine di una fase dello sviluppo spirituale e l’inizio di un’altra fase superiore, (simboleggiata dal passaggio dalle unità alle decine).

Cosa ha detto chi ha partecipato alle novene anteriori:
“è stata per me un’esperienza forte ed intensa”
“Credo che il lavoro fatto mi dia la possibilità di vedere con chiarezza cosa sto trattenendo e vedendolo bene mi permetto di lasciarlo”
“Per me questi nove giorni sono una rinascita”
“Sono cambiata completamente in novena”
“Mi stai rigenerando, ti devo molto”
“Il mio utero e le mie mani vibrano, è stato super potente anche da così lontano, sono folgorata”
“Ora sento più apertura, ho sentito il cuore aprirsi e calore salire fino al viso; sento le mie mani nelle tue, è molto forte”
“Continuiamo? Questa disciplina mi sta aiutando molto”
“Avere un incontro giornaliero, una disciplina, è fantastico per me. Credo che il mio utero in qualche modo si sia proprio attivato; nella sessualità risponde in modo completamente diverso”
“La novena è stupenda, mi piace molto e sento come vibra l’utero e le ovaie è bellissimo sentirle”
“Sto piangendo di gratitudine per questo viaggio verso l’unione sacra”
“Ho sentito il cuore battere nelle ovaie, che emozione”
“Un percorso di consapevolezza profonda, in contatto con quell’energia che anima il centro del mio corpo e della mia essenza, con la gioia dell’appuntamento quotidiano, in cui ritrovare me stessa, godendo dell’energia di un cerchio di donne in cammino”

Iscrizioni entro sabato 20 luglio!
Info e iscrizioni all’indirizzo mail info@quintadimensione.net

2 Jul
22 May

NOVENA PREPARATORIA AL SOLSTIZIO D’ESTATE

Dal 13 al 21 giugno, tutti i giorni alle ore 7.30 ora italiana

Il solstizio d’estate è il tempo nel quale le ore di luce sono al loro massimo e la natura è scintillante.
È il momento di immergersi nella natura vivente, fiorendo insieme al fiore, germogliando con la pianta, fruttificando insieme all’albero; il Sole, simbolo del fuoco divino, entra nella costellazione del Cancro, simbolo delle acque e dominato dalla Luna, dando origine all’unione delle due opposte polarità
che si incontrano.

Quindi durante questa novena ci prepareremo a celebrare il sole che è dentro di noi, ossia la nostra saggezza, abbondanza e potere personale, in modo da vivere pienamente la nostra verità.

Perché proprio 9 giorni? Perché il numero nove rappresenta il compimento di un ciclo, contiene in sé il duplice concetto di inizio e fine, morte e rinascita; in senso elevato, è il numero dell’iniziazione, perché segna la fine di una fase dello sviluppo spirituale e l’inizio di un’altra fase superiore, (simboleggiata dal passaggio dalle unità alle decine).

Con Francesca Zangrandi

Info ed iscrizioni all’indirizzo mail info@quintadimensione.net

22 May

21 giugno: cerimonia solstizio d’estate

Pur costituendo il giorno più lungo dell’anno, la particolarità del Solstizio d’estate è quella di rappresentare al contempo il massimo trionfo di luce e vita, ma anche l’inizio della fase calante dell’anno: da questo momento in poi le giornate ricominceranno infatti ad accorciarsi.

Ci incontreremo per celebrare insieme questo passaggio, ti va di unirti a noi?

Costo 15 euro, ma se venite in due pagherete 25 euro in coppia.
Info ed iscrizioni all’indirizzo mail info@quintadimensione.net

19 May

19 giugno: Maria Maddalena e la Via del Femminile



L’utero è il nostro centro spirituale più profondo, ha un potere immenso, è il tempio che contiene tutta la saggezza del passato, presente e futuro. Il nostro Sacro Graal è il nostro Maestro, la via per la spiritualità femminile.
Abbracciando la spiritualità a partire dal nostro utero, riconoscendolo come nostro tempio e centro di potere, il Sacro Graal diviene un portale che ci permette di connettere con la Madre Cosmica ed essere sovrane del nostro trono, totalmente autentiche.

Conduce Francesca Zangrandi, Sacerdotessa di Maria Maddalena iniziata presso Mary Magdalene Mystery School® di Madrid

Presso Spazio Divenire aps – Via Stradelle Franche 18 – Verona

Evento riservato ai soci!

Per informazioni ed iscrizioni scrivere a carla.dragoni@spaziodivenire.it o whatsapp al 3519900817



15 May

17 giugno: cerimonia di luna piena

Sai quand’è stata l’ultima cerimonia di luna piena che ho tenuto in Italia?
Esattamente il 20 luglio 2016 😱

Sì, è passato tutto questo tempo! Le volte che sono tornata non hanno mai coinciso con la luna piena, ma questa volta abbiamo questa fortuna! Non vorrai mica perdetela vero?!

La cerimonia la terrò con Elena Lunardi presso il centro fisioterapico F3 in Via Sant’Antonio 52/D a San Martino B.A. (VR)
Prezzo 15 euro, ma se venite in due il costo è di 25 euro la coppia.

Info ed iscrizioni all’indirizzo email info@quintadimensione.net

3 May

17 e 18 giugno: LETTURA AURA

La lettura dell’Aura nasce da un amore profondo per tutto ciò che è luce, energia e vita. Attraverso le letture dell’Aura scoprirete come il vostro corpo, la mente, le emozioni e lo spirito siano correlati tra loro, e come la vostra anima desideri ardentemente esprimersi proprio attraverso la vostra personalità, che talvolta, razionalmente, cercate di soffocare. Attraverso la lettura dell’Aura si possono vedere: lo stato energetico del corpo, le emozioni ed eventuali blocchi nell’esprimere la propria emotività, le strutture e gli schemi a livello mentale che impediscono di vedere le varie situazioni della vita sotto prospettive diverse, blocchi emotivi legati a memorie infantili o a traumi della vita non ancora superati, il livello spirituale, i ricordi legati a vite passate che possono condizionare a livello emotivo e mentale la vita presente. La lettura dell’aura è uno strumento che può consapevolizzare le persone ed aiutarle nel percorso di evoluzione.

Con Giovanna Caliaro. Costo 55 euro.

 

SU APPUNTAMENTO! Gli incontri sono individuali e si terranno in provincia di Verona.

Info e prenotazioni all’indirizzo mail info@quintadimensione.net

12 Apr

NOVENA PREPARATORIA A BELTANE – Online

Dal 23 aprile all’1 maggio, tutti i giorni alle ore 18.30 ora italiana

Beltane è la festa della Dea feconda e fertile e celebra la fertilità della Terra, la nuova vita. Beltane è una delle quattro feste del Fuoco ed apre il periodo dell’anno in cui tutta la natura si ravviva con la passione, la sensualità e la sessualità. Nella Ruota dell’Anno si trova all’estremità opposta di Samhain: mentre in autunno inizia la stagione oscura e le energie vanno verso l’interno, ora tutto si anima ed erompe all’esterno, dando inizio alla stagione luminosa. Beltane è la porta che si apre verso una consapevolezza maggiore, ma anche la forza interiore che ci aiuta nel quotidiano.

Quindi durante questa novena ci prepareremo a celebrare con gioia i colori vividi e i profumi vibranti che annunciano la prossima estate e l’estasi della terra dopo il lungo inverno.

Perché proprio 9 giorni? Perché il numero nove rappresenta il compimento di un ciclo, contiene in sé il duplice concetto di inizio e fine, morte e rinascita; in senso elevato, è il numero dell’iniziazione, perché segna la fine di una fase dello sviluppo spirituale e l’inizio di un’altra fase superiore, (simboleggiata dal passaggio dalle unità alle decine).

Con Francesca Zangrandi

Info ed iscrizioni all’indirizzo mail info@quintadimensione.net

11 Apr

Primavera: belleza y virginidad

En el boletín de la semana pasada (actualmente está activo solo en italiano, pero también me estoy organizando para el español) escribí que, según algunos escritores, Romolo bautizó este mes “aprili”, luego cambió a “aprilis”, inspirándose en al griego “aphrós”, la espuma de la que se cree que ha nacido Afrodita, diosa de la belleza, el amor, la generación y la primavera, y por lo tanto, todo sugiere que abramos nuestros corazones y nos abramos a la vida, a la belleza que se esconde detrás de todo.

 

El adjetivo “kalòs” en griego significa primero “bello” (como el sustantivo “kàllos”) y luego también “bueno”, y tal vez fue por su similitud etimológica que el filósofo Dionigi dedujo que “kàllos” deriva de ” kalèo “(yo llamo). En realidad no es así, pero de cierta manera podríamos decir que la belleza es una llamada, una vocación: nos llama a cultivar una sensibilidad particular hacia algo o alguien, sentimos un transporte interno que nos lleva a hacer algunas cosas en lugar de otras, nos sentimos parte de un proyecto universal y, por lo tanto, estamos llamados a reconocer nuestros talentos y ponerlos en práctica, tanto por nuestro propio bien como por el bien de los demás.

 

Después de todo, la primavera nos lleva a esto, a realizarnos a nosotros mismos poniendo en uso nuestro potencial. Y cuando usamos nuestros talentos nos sentimos satisfechos, apasionados, totalmente involucrados en lo que estamos haciendo, tanto que apenas sentimos la fatiga y el paso del tiempo, y es como si hubiéramos nacido sólo para cumplir lo que estamos dedicados en ese preciso momento.

Esta es la época del año en que la naturaleza se despierta lentamente, los árboles brotan, los arbustos se vuelven verdes, las hojas y las flores se abren, y todo comienza a crecer más y más rápido bajo la influencia del elemento Fuego, cuyo impacto está aumentando gradualmente. Y nosotros llevamos nuestra atención de la oscuridad interior a la luz del exterior, abriéndonos así a la vida y la belleza.

 

Es como si en este período toda la belleza que nos rodea estimulara nuestros sentidos e incluso el eros. Por lo general, nos referimos a eros significando sólo el aspecto sexual, pero en realidad para los griegos era el nombre de un Dios e indicaba, además de la energía sensual, también el deseo que nos hace avanzar hacia algo, el principio divino que nos impulsa hacia la belleza, el impulso hacia la libertad y el conocimiento, luego reprimidos y distorsionados en la edad adulta. Según Igor Sibaldi, eros es el sistema principal de la psique humana, del que dependen todos nuestros deseos y nuestras capacidades intuitivas y creativas.

 

Y en este período, la actividad del elemento Fuego nos empuja a ser creativos y a canalizar nuestras energías para realizar lo que queremos crear. Podríamos comparar las energías de la primavera con las de la fase de la luna nueva en el ciclo lunar y las de la fase preovulatoria en el ciclo menstrual.

La luna creciente es la luna dinámica: proveniente de un período de concentración y descanso, se caracteriza por la energía chispeante, representa lo nuevo. En el mundo vegetal, las energías de las plantas van hacia el otro, hacia los tallos, ramas, hojas y flores, que se estiran, se expanden y se abren. Y nosotros estamos llenos de fuerza, queremos salir, experimentar y saber; todos los caminos están abiertos, surgen ideas, proyectos y cambios.

La fase preovulatoria (folicular) es un momento de renacimiento: nos abrimos de nuevo a la vida y comenzamos a traer al mundo manifiesto lo que hemos aprendido durante el invierno. En esta fase nos sentimos seguras y sociables, la energía está creciendo, expresamos determinación, ambición y concentración, por lo que es el momento ideal para utilizar las inspiraciones e intuiciones obtenidas en la fase menstrual y comenzar nuevos proyectos, también gracias a nuestra capacidad para ver los detalles y prioridades. Esta fase está asociada al arquetipo de la Virgen.

 

Incluso el término “virgen” originalmente no tenía el significado que solemos darle hoy: no tiene nada que ver con la connotación moderna de “casta, inocente”, pero, según Ildegarda von Bingen, deriva de “virga” (ramita), asociando luego la virginidad a verde (curiosamente, el verde es el color asociado con el elemento Madera de la Medicina Tradicional China, que es el más estresado durante la primavera).

Esther Harding en el libro “Los misterios de la mujer” escribió: “la mujer que es virgen, una en sí misma, hace lo que hace no por el deseo de agradar, ser apreciada o aprobada, incluso por sí misma; no por el deseo de extender su poder sobre otro, de captar su interés o amor, sino porque lo que ella hace es verdadero. Sus acciones a menudo no son convencionales. Puede que tenga que decir que no, cuando sería más fácil, e incluso más apropiado, convencionalmente hablando, decir que sí. Pero, como virgen, no está influenciada por las consideraciones que inducen a las mujeres no vírgenes, estén o no casadas, a orientar las velas y adaptarse a la conveniencia “.

 

Entonces, en esta fase vinculada a la Diosa Virgen, es importante, a pesar de la gran sociabilidad y los muchos contactos con los demás, poder mantener la individualidad y la independencia, sin ser influenciados por otros. Como la mujer completa en sí misma, motivada por la necesidad de seguir sus propios sentimientos, de hacer lo que tenga sentido para ella, independientemente de lo que piensen los demás.

Ahava, Francesca Zangrandi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. - Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y experiencia de usuario. Si continúas navegando estás aceptando su uso. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi