Tag: Sagitario

17 Giu

Luna piena in Sagittario

Oggi è luna piena in Sagittario. Questa luna chiude un capitolo e ci prepara all’inizio della stagione delle eclissi, portandoci ancora di più nelle nostre profondità, che ormai in realtà dovrebbero aver già portato a galla le nostre paure, i nostri schemi limitanti, le nostre maschere e le bugie che ci raccontiamo e dietro cui spesso ci nascondiamo.
Riusciamo a stare in ciò che c’è? Riusciamo ad esprimere totalmente ogni nostro aspetto, anche quelli che non ci piacciono? Solo così potremo essere integri: mostrandoci per ciò che siamo, esprimendo la nostra verità, la nostra voce autentica.

È tempo di decidere se vogliamo essere i protagonisti della nostra vita o semplicemente degli attori che seguono un copione scritto da altri: cosa vogliamo fare? E ricordiamoci che anche il non scegliere è in realtà una scelta di cui dobbiamo assumerci la responsabilità.
Tutto l’universo ci sta chiedendo di essere coraggiosi e di esprimere la nostra verità, di aprire il nostro cuore e di essere finalmente noi stessi. Non a caso la parola “coraggio” deriva dal latino “coratĭcum” o “cor habeo” che significa “avere cuore”: quindi mettiamoci il cuore e facciamo solo ciò che ci rivela la nostra autenticità.

Il Sagittario è il terzo segno di Fuoco dello zodiaco, ed è quello più spirituale, in quanto il suo fuoco illumina piuttosto che scaldare: infatti, il suo segno grafico è la freccia puntata verso l’alto, simbolizzando così l’intento di andare verso un punto lontano, diverso da dove si è; tra l’altro punta verso il cielo, ossia verso un piano evolutivo più alto, più consapevole, dove si desidera sapere chi si è, da dove si viene e soprattutto dove si sta andando.
Quindi questa luna ci parla di espansione e apertura, e per espandere la nostra comprensione della verità dobbiamo sperimentare qualcosa di nuovo, di diverso, lo sconosciuto, anche se ci fa paura; perché solo da una nuova prospettiva possiamo trovare nuove opportunità.

Pertanto, espandiamo il cuore e la mente, esploriamo noi stessi come non abbiamo mai fatto, impariamo cose nuove, guardiamo il mondo con occhi nuovi e tuffiamoci con fiducia in ciò che nutre la nostra anima. Siamo esseri multidimensionali, e questa luna ci aiuta a comprenderlo maggiormente, elevando la nostra consapevolezza ed espandendo i nostri confini.
Chi siamo? Cosa vogliamo? I nostri sogni e desideri stanno alimentando la nostra passione? Qual è la missione della nostra vita, ciò che nutre la nostra anima? Siamo già in essa o dobbiamo fare qualcosa di diverso per allinearci?

In ebraico, Sagittario si dice Keshet, cioè arcobaleno: l’arcobaleno costituisce un ponte tra cielo e terra, e a livello simbolico rappresenta la speranza, il ritorno alla pace, l’armonia e la compiutezza; indica la fine delle difficoltà, la capacità di rinascere e cogliere nuove occasioni. La sua forma ad arco ricorda un ponte, rimandando alla nostra capacità di attraversare le prove dell’esistenza; e nella cultura Navajo rappresenta l’iniziazione, ossia la fine della vecchia vita a favore di una rinascita.
Quindi superiamo le nostre paure, apriamo il cuore ed usciamo dalla nostra zona di comfort! Buona luna
piena, Francesca Zangrandi

3 Gen

I dodici giorni di Natale: giorno 9

Oggi, 3 gennaio, la dedicazione viene fatta al Sagittario, il segno che chiude la stagione autunnale. La luce e il calore del Sole tendono verso il loro minimo, e la natura reagisce in due modi: con l’ibernazione e il letargo, o con la migrazione. Il seme piantato dallo Scorpione viene ora conservato dal Sagittario, che produce un calore intimo, protettivo, germinativo.
Il Sagittario è un’energia fortemente mentale, ma, portata al massimo della sua potenza, supera il limite egoico diventando mente spiritualizzata; quindi oggi possiamo cercare di trasmutare tutte le esperienze quotidiane in occasioni di sviluppo animico.

Il discepolo relazionato con il Sagittario è Filippo: prima di incontrare il Signore, egli non aveva alcun concetto di cosa una mente spiritualizzata o Cristica potesse significare nella sua vita, egli era essenzialmente un
mentale; ma dopo che la luce del Cristo fu effusa su di lui, divenne degno di essere annoverato tra i dodici immortali.
Nel corpo il centro relazionato con il Sagittario è il plesso sacrale, situato alla base della colonna vertebrale: il canale spinale che connette il plesso sacrale con il cervello è stato denominato il “sentiero del discepolato” (nel sistema vedico dei chakra è conosciuto come Sushumna o Ponte Arcobaleno); quando un aspirante vive una vita motivata esclusivamente da una pura e santa aspirazione, il fuoco-spirito spinale (kundalini), dormiente all’interno del plesso
sacrale, si risveglia e poi ascende attraverso il canale spinale fino a raggiungere i due organi spirituali situati nella testa, la ghiandola pineale ed il corpo pituitario. È attraverso questo processo che la mente umana diviene Cristica, quindi il Sagittario è sempre simbolizzato dalla luce, la luce della mente spiritualizzata.
Quando le esperienze della vita quotidiana vengono giustamente destinate
e trasmutate in valori animici, queste diventano passi attraverso cui
possiamo ottenere la riconciliazione con la Divina Luce Universale.

Il pensiero biblico su cui possiamo meditare oggi è: “Voi siete la luce del mondo” (Mt 5,14)
Quando accarezziamo la vita e ne riveliamo il bello, quando dai nostri occhi emana il rispetto amoroso per ogni essere vivente, quando seguiamo come unica regola di vita l’amore, anche noi siamo luce; e in quanto luce, possiamo posarci sulla superficie delle cose e accarezzare gli altri, facendo emergere anche il bello che c’è in loro.
Ahava, Francesca Zangrandi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. - Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y experiencia de usuario. Si continúas navegando estás aceptando su uso. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi